Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Pubblicato il 31/07/2021

CHIUSURA UFFICIO

Si informano gli iscritti che la segreteria rimarrà chiusa per ferie dal 09 al 22 Agosto.

Riaprirà con i consueti orari il giorno 23 Agosto.

 

Per le urgenze cell. 366.6394533

Pubblicato il 14/07/2021

COMUNICATO STAMPA

Il Coordinamento Regionale e la Federazione nazionale degli Ordini delle Professioni Infermieristiche sostengono la proposta dell’Assessorato alla Salute della Regione Emilia-Romagna per la modifica della Legge regionale 29/2004 con l’obiettivo di valorizzare le professioni sanitarie inserendo la figura del Direttore Assistenziale in staff alla direzione generale, come previsto dal testo aggiornato del decreto legislativo 502/1992 e come già inserito in altre Regioni

Il Direttore Assistenziale partecipa insieme agli altri Direttori al perseguimento degli obiettivi aziendali e alla mission dell’Azienda definendo delle strategie di governo delle Professioni sanitarie che rappresentano nella Regione l’82% circa del personale dipendente e che ha la responsabilità dell’assistenza non solo nelle strutture ospedaliere, ma anche nei contesti territoriali e domiciliari in un momento nel quale la presa in carico dei bisogni di salute dei cittadini e l’educazione alla salute ricoprono un ruolo fondamentale nella gestione dell’emergenza pandemica e del piano vaccinale.  L’organizzazione proposta permette di  gestire le risorse e le loro potenzialità a servizio dei bisogni assistenziali della popolazione. Si aggiunge così una nuova opportunità per i cittadini e per i quei professionisti che, per il loro mandato professionale, sono i più vicini a dove nasce il bisogno di salute e ciò si è dimostrato primario in particolar modo con la pandemia. La capacità di gestirla da parte di professionisti competenti, ha spesso fatto la differenza in termini di maggior possibilità e appropriatezza di risposta.

Spiace tuttavia vedere che chi finora ha operato in team per un servizio multiprofessionale in grado di far fronte all’emergenza e di andare incontro realmente ai bisogni dei cittadini, consideri la direzione assistenziale come uno strumento per la creazione di “nuove poltrone” e che si confonda e non si comprenda il suo ruolo immaginando che possa svolgere funzioni di diagnosi e cura, mentre il direttore assistenziale, come si è dimostrato nei contesti in cui è già attivo, rafforza la governance dei processi organizzativi, garantendo una più compiuta visione d’insieme, capace di valorizzare tutte le professionalità presenti, generando una maggior capacità di rispondere ai bisogni dei cittadini. Nulla a che fare quindi con altre professioni con le quali opera in un team multidisciplinare e rispetto alle quali affianca il direttore sanitario che deve occuparsi di altro.

E spiace soprattutto constatare che in un momento storico come quello attuale non si comprenda che il PNRR per non fallire i suoi obiettivi, deve basare il suo risultato sulla multiprofessionalità che non può essere soggetta a gerarchie acquisite. Nell’équipe multiprofessionale deve esserci un team leader che rappresenta la professione prevalente, quella che risponde al bisogno prioritario in base alla situazione che si presenta sul territorio, sia essa sociale, clinica e assistenziale con assistenti sociali, medici e infermieri, in un team davvero multiprofessionale e senza gerarchie o posizioni di privilegio. Il territorio e la domiciliarità hanno necessità di una visione diversa per la loro gestione ottimale ed è esattamente quella che può dare il direttore assistenziale, non disgiunto dallo staff della direzione aziendale, ma integrato in questa per tutti gli aspetti che riguardano il territorio e che altre figure già esistenti oggi hanno mostrato di non poter organizzare e governare.

 

 

Pubblicato il 13/07/2021

OPI ER e Cooperazione Sociale, insieme oltre l’emergenza

Nei giorni scorsi l’incontro tra il Coordinamento degli Ordini delle Professioni infermieristiche della Regione Emilia Romagna e Legacoopsociali Er – Federsolidariet Er – Agci solidarietà Er per guardare al futuro, oltre l’emergenza.

Il sistema dei servizi residenziali e territoriali in grande difficoltà dopo un anno e mezzo di emergenza covid. L’emergenza infatti ha determinato uno spostamento importante di risorse infermieristiche da questo sistema verso gli ospedali.

 

https://www.ordineinfermieribologna.it/2021/opi-er-e-cooperazione-sociale-insieme-oltre-lemergenza.html

Pubblicato il 05/07/2021

Emilia Romagna, nasce il Direttore Assistenziale: un passo avanti per la crescita del nostro SSR

Una rivoluzione positiva” è questa la frase più appropriata per definire la proposta dell’assessore alle politiche per la salute dell’Emilia Romagna che rimodula l’assetto delle direzioni strategiche delle aziende dell’Emilia Romagna inserendo una quarta figura che affianca il direttore generale, il direttore sanitario e quello amministrativo, cioè quella del direttore assistenziale.

In sostanza si tratta dell’ingresso delle professioni sanitarie nell’area strategica delle scelte aziendali, in quanto il direttore assistenziale sarà un dirigente afferente ad una delle quattro aree delle professioni sanitarie, quella infermieristico-ostetrica, quella tecnica, quella della riabilitazione e quella della prevenzione.

Una promozione strameritata guadagnata sul campo da tempo, per il grande contributo e per il grande valore che da sempre i professionisti garantiscono per dare garanzia ai percorsi assistenziali di presa in carico delle persone che si rivolgono al nostro servizio sanitario regionale.

Una persona è un insieme complesso e non è mai riconducibile ad una patologia fine a se stessa e di conseguenza non è la sola somma degli interventi diagnostici e terapeutici che garantiscono una risposta sanitaria di alto livello ma piuttosto il loro insieme coordinato ed organizzato, partendo dalle necessità delle persone, in un percorso assistenziale definito.

Una rivoluzione come detto in premessa destinata a migliorare la qualità dell’offerta sanitaria in un’ottica di miglioramento della risposta individuale che senza ombra di dubbio avvicinerà la salute e la sanità alle persone.

Attendiamo fiduciosi la deliberazione regionale e l’apertura dell’iter legislativo certi di poter dare il nostro contributo per dare il via a questa rivoluzione.

Bologna, 5 luglio 2021

Comunicato congiunto

COORDINAMENTO REGIONALE ORDINI PROFESSIONI INFERMIERISTICHE dell’EMILIA ROMAGNA

ORDINI PROVINCIALI PROFESSIONI TECNICHE SANITARIE RADIOLOGIA MEDICA e PROFESSIONI TECNICHE, SANITARIE, RIABILITAZIONE, PREVENZIONE dell’EMILIA ROMAGNA

FP CGIL – CISL FP – UIL FPL EMILIA ROMAGNA

Pubblicato il 30/06/2021

OFFERTA FORMATIVA OPI PIACENZA - QUESTIONARIO

Gentile collega, ti chiediamo qualche minuto del tuo tempo per rispondere a questo brevissimo questionario che ci aiuterà a progettare e programmare la prossima offerta formativa.
I dati verranno raccolti in forma anonima e l’elaborazione avverrà in forma aggregata nel rispetto delle normative sulla privacy (Legge 31 Dicembre 1996 n° 675 - D. Lgs n° 196/2003).
La finalità dell’indagine è connotata esclusivamente da scopi formativi e di studio/ricerca; l’eventuale pubblicazione dei dati sarà effettuata in modo aggregata non rendendo riconoscibili i compilatori del suddetto questionario.
Ti chiediamo di partecipare a questa indagine solo ed esclusivamente se sei iscritto all'Ordine delle Professioni Infermieristiche di Piacenza.
Grazie per la tua partecipazione e buon lavoro da parte del Consiglio Direttivo e della Commissione Albo Infermieri.
 
Per accedere al questionario clicca sul seguente link:
 

Per tutte le altre news clicca qui